NEWS



COMUNICATO STAMPA - TARATARATARATA NOVECENTO: FUTURISMO E DINTORNI

11/08/2015

TEATRO LIRICO SPERIMENTALE DI SPOLETO “A. BELLI”

COMUNICATO STAMPA

11 Agosto 2015


EINE KLEINE KLOSTERMUSIK (4) 2015

 

TARATARATARATA NOVECENTO:

FUTURISMO E DINTORNI

 

 

Un’antologia dell’avanguardia artistica del Novecento

curata dal Maestro Daniele Lombardi

per l’anteprima della 69ma Stagione Lirica Sperimentale.

Quattro concerti in contemporanea in quattro diversi spazi

con il coinvolgimento di quaranta tra musicisti e cantanti

 

Ospiti d’eccezione il compositore e pianista Daniele Lombardi,

il direttore Fabio Maestri, il soprano serbo Ana Spasic

e il flautista Roberto Fabbriciani

 

 

“Noi vogliamo cantare l'amor del pericolo,

l'abitudine all'energia e alla temerità.

Il coraggio, l'audacia, la ribellione,

saranno elementi essenziali della nostra poesia”

(“Manifesto del futurismo”, F.T.Marinetti)

 

 

MERCOLEDI’ 12 AGOSTO 2015 – ORE 18.00 

GIOVEDI’ 13 AGOSTO 2015 – ORE 18.00

Spoleto - Complesso Monumentale di San Nicolò

 

Spoleto, 10 agosto 2015. Piano, flauto e soprano. Tre interpreti d’eccezione, undici pianisti e oltre 12 strumentisti per quattro spettacoli in contemporanea. Prenderà così il via l’anteprima ufficiale della 69ma Stagione Lirica Sperimentale in programma per mercoledì 12 e giovedì 13 agosto alle ore 18.00 nel Complesso Monumentale di San Nicolò.

 

Sarà infatti proprio lo spettacolo futurista TARATARATARATA NOVECENTO: FUTURISMO E DINTORNI a cura e con Daniele Lombardi ad aprire la stagione del Teatro Lirico Sperimentale.

In apertura di kermesse FuturOVERTURE: gli artisti dello Sperimentale diretti da Fabio Maestri saranno protagonisti del “Ballet Mechanique” di George Antheil nella contaminazione tra quattro pianoforti, tredici percussioni e un motore d’aeroplano.  Seguiranno quattro concerti in contemporanea su quattro diversi spazi con la partecipazione di circa 40 cantanti e musicisti, tra cui il flautista Roberto Fabbriciani, il direttore Fabio Maestri, il soprano serbo Ana Spasic e il Maestro Daniele Lombardi che ha curato assieme a Michelangelo Zurletti questa antologia sul Futurismo in un innovativo ed originale allestimento prodotto dallo Sperimentale di Spoleto.

 

Quello di Lombardi è uno spettacolo che rende omaggio all’avanguardia artistica per eccellenza del secolo breve. Come ricorda lo stesso compositore: “Futurismo è una parola genialmente inventata da Filippo Tommaso Marinetti che in musica ha visto concepire idee nuove, dal suono-rumore al mito della velocità e della macchina, la compenetrazione delle varie arti in un’idea di totalità che già Wagner aveva espresso, la contaminazione dei generi che implicava un nuovo criterio estetico”.

 

Nella Sala Teatro, voce e corpo di FuturVOCE sarà il soprano serbo Ana Spasic che si esibirà in un’interpretazione di “Une assemblée tumultueuse (Sensibilitè numerique)” di Filippo Tommaso Marinetti e “Finale d’una partitura strawinkskyana” di Francesco Cangiullo. Da tempo impegnata in progetti interdisciplinari del teatro musicale, la Spasic si è formata in un contesto di molteplicità espressiva, dove al canto si uniscono la danza e la recitazione.

 

Ancora musica con FUTURLIEDER: protagonisti i giovani cantanti vincitori delle ultime due edizioni del Concorso Europeo di Canto del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto. Tra questi i soprani Rosaria Fabiana Angotti, Chiara Mogini, Nadina Calistru, Sabrina Cortese, i mezzosoprani Chiara Tirotta e Beatrice Mezzanotte e il tenore Amedeo Di Furia. Le giovani promesse della lirica si esibiranno su musiche di Alberto Savinio, Francesco Balilla Pratella, Virgilio Mortari ed altri musicisti per alcune interpretazioni di testi di D’Annunzio, Moscardelli e lo stesso F.T. Marinetti.

 

Alla Sala Inferiore del Complesso andrà invece in scena FuturQUARTETTO: i violini di Teresa Lombardo e Margherita Pelanda, la viola di Vincezo Starace e il violoncello di Enrico Cocco suoneranno “Preludio, notturno e scherzo op.45” di Silvio Mix (De Re), “Giallo Pallido” di Francesco Balilla Pratella e “La flute à travers le violon” di Arthur Vincent Lourié. A seguire il direttore Fabio Maestri dirigerà invece FuturENSEMBLE in una particolare versione per nove strumenti di “Pupazzetti” di Alfredo Casella e “La danza dell’elica” di Franco Casavola.

Il soprano Ana Spasic si esibirà in un’interpretazione vocale di “Bombardamento di Adrianopoli” di Marinetti, tratto da “Zang tumb tumb” e “Paesaggio di rumori di guerra” di Fortunato Depero.

Ancora FuturENSEMBLE con Fabio Maestri che dirigerà il soprano Ana Spasic assieme al violino di Margherita Pelanda, le percussioni di Alberto Semeraro e l’apparecchio radio manovrato da Benedetto Boccuzzi per un’esecuzione di “Baltrrr”, un omaggio a Giacomo Balla composto dello stesso Lombardi.

 

Ancora Lombardi al piano anzi, al FuturPIANO, si esibirà nella Sala Superiore sulle melodie composte da Francesco Balilla Pratella, Silvio Mix (De Re), Franco Casavola, Arthur Vincent Lourié e George Antheil per poi lasciarsi andare con “Le Sons en liberté”, improvvisazione per pianoforte, altro pianoforte registrato, samplers intonarumori, live electronics e video.

La voce di Ana Spasic darà invece di nuovo vita al futurismo di Barbieri Osvaldo “Terribile” (BOT) con “Come mi vedo” e di Pino Masnata con “Ticino” e “Déclaration d’amour”.

 

Nella Sala Esposizioni sarà invece il compositore e flautista di rilievo internazionale Roberto Fabbriciani l’interprete di FuturFLAUTO, musiche di Leonardo De Lorenzo.

 

Il FuturFINALE sarà invece affidato a Fabio Maestri che dirigerà “Cocktail per orchestra” di Silvio Mix, accompagnato da oboe, flauto, clarinetto, tromba trombone e contrabbasso, corno, percussioni, violini, viola e violoncello.

 

Il tutto condito con Entracte a sopresa, piccola antologia di teatro futurista a cura di Luca Bargagna.

 

Un grande inizio per la 69ma stagione lirica di Spoleto, un appuntamento imperdibile con il Futurismo a 360 gradi. Perché, come ricorda Daniele Lombardi: “Adesso che le avanguardie storiche degli inizi del Novecento sono state approfondite dal punto di vista musicologico, è il momento migliore per ascoltare tante composizioni che fino ad oggi non hanno avuto occasione di essere eseguite”.

 

VENDITA BIGLIETTI:

www.ticketitalia.com

www.tls-belli.it

Tel. 0743222889       

 

Cell. 3298529053



Torna indietro