NEWS



"CARTA CANTA..." - Le "carte" dell'opera presto consultabili online

21/11/2016

Importante iniziativa della Regione Umbria

 

La Regione Umbria e il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto A. Belli insieme per la valorizzazione della Fonoteca Regionale “Oreste Trotta”.

 

"CARTA CANTA..."

Le "carte" dell’opera presto consultabili online

Spartiti editi e manoscritti operistici della Fonoteca Trotta catalogati dal Teatro Lirico Sperimentale.

 

Spoleto/Perugia 18 novembre 2016. Gli operatori del Teatro Lirico Sperimentale A. Belli sono già al lavoro a Perugia per catalogare il patrimonio bibliografico musicale, audio e inedito, interessante per la storia dell’opera e del Teatro Musicale della Fonoteca Regionale Oreste Trotta, autentico importante patrimonio della regione.

La Regione dell’Umbria ha infatti coinvolto il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto A. Belli per la valorizzazione di parte del Patrimonio della Fonoteca Regionale “Oreste Trotta”. Lo Sperimentale infatti, con il Centro Studi Belli-Argiris-Centro di documentazione del Teatro Lirico è dotato di un proprio sistema informativo perfettamente adeguato per la messa in rete, la consultazione e fruizione on-line di materiale documentale. Tra l’altro, l’archivio digitale del Teatro Lirico Sperimentale, utilizza il sistema xDams, software open source distribuito da Regesta srl, in un formato già scelto come standard internazionale per la realizzazione di sistemi informativi relativi al patrimonio culturale. Quindi facilmente esportabile in altri sistemi che la Regione dell’Umbria volesse, in prospettiva, realizzare o integrare con i dati relativi al patrimonio conservato presso la Fonoteca Trotta.

In particolare è in fase di catalogazione presso la Fonoteca Trotta di Perugia da parte degli operatori del Teatro Lirico Sperimentale coordinati dal Prof. Pier Maurizio Della Porta, il patrimonio bibliografico musicale edito e inedito relativo all’opera lirica. Tale catalogazione confluirà nel database dello Sperimentale e sarà quindi fruibile on line al pubblico, agli studiosi e studenti.

La storia della Fonoteca regionale è strettamente legata ai principali protagonisti della musica perugina della seconda metà del secolo scorso. Non a caso, infatti, è intitolata al notaio perugino Oreste Trotta (1915-1974), musicofilo e grande collezionista di dischi, registrazioni e partiture (attualmente, la parte più consistente del patrimonio della Fonoteca). Che la Regione acquistò dai suoi eredi nel 1977. Si tratta di un significativo spaccato della produzione mondiale di musica sinfonica e operistica dagli anni ’50 agli anni ’70. Fra le partiture non mancano pezzi pregiati come alcune opere in prima edizione o esemplari ormai da tempo fuori commercio. Il fondo comprende anche un notevole quantitativo di nastri magnetici che danno accesso alle registrazioni di concerti radiofonici, specie di musica contemporanea, del periodo che va dai primi anni ’60 a metà degli anni ’70.

 

Il progetto per la valorizzazione del Patrimonio della Fonoteca Regionale “O. Trotta” reso possibile grazie alla collaborazione tra la Regione Umbria e il Teatro Lirico Sperimentale A. Belli porterà presto alla costruzione di un archivio digitale, la sua messa in rete, nonché la consultazione e fruizione on-line.



Torna indietro