ART BONUS

ART BONUS




La legge 29 luglio 2014, n. 106, nell’ambito delle "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo", ha introdotto all’ Articolo 1 - “Art-bonus”, un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Soggetti beneficiari del credito d'imposta:

IL CREDITO D'IMPOSTA È RICONOSCIUTO A TUTTI I SOGGETTI:

• che effettuano le erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo, previste dalla norma in commento, indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica.

Ammontare del credito

Il credito d'imposta spetta nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate.

La legge di stabilità 2016 ha stabilizzato e reso permanente l’Art bonus, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d'imposta:

• per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile;
• per i soggetti titolari di reddito d'impresa (società e ditte individuali ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale), il credito d'imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

1) per i soggetti titolari di reddito d'impresa il credito d'imposta è utilizzabile in compensazione mediante il modello F24, ai sensi dell'art. 17 del D.Lgs. 241/97;
2) le persone fisiche e gli enti che non esercitano attività commerciali, invece, fruiscono del credito d'imposta nella dichiarazione dei redditi.

A titolo esemplificativo:

ESEMPIO N.1

Società di capitali, quindi soggetta all’imposta IRES, che nel 2022 presenti ricavi d’impresa (non reddito) pari a 20 milioni di Euro: il credito d’imposta massimo che può detrarre è pari a 100.000 euro (il 5 per mille dei ricavi), quindi la società potrà sostenere erogazioni liberali agevolabili fino ad una spesa di Euro 153.846 (100.000/65%);

ESEMPIO N.2

Persona fisica, quindi soggetta ad imposta IRPEF, che nel 2022 presenti un reddito imponibile pari a 100.000 Euro; il credito d’imposta massimo maturato nel 2022 sarebbe pari a 100.000*15%=15.000 Euro e quindi le erogazioni liberali agevolabili sarebbero al massimo pari a 15.000/65%=23.077 Euro.

Oggetto delle erogazioni liberali L’Art Bonus si applica per erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi di sostegno alle attività dell’Istituzione Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”

Documentazione da presentare per beneficiare del credito d’imposta: Tramite bonifico con causale Art Bonus – Teatro lirico Sperimentale-sostegno all’attività generale sul c/c IBAN IT30R0306921811100000003427 In alternativa pagamento con carta di credito o assegno bancario

E’ importante conservare la copia del documento che certifica l’erogazione come sopra effettuata.

Qualora desideraste rendere noto il Vostro sostegno, con pubblicazione della Vostra identità sulla presente pagina e sulla nostra pagina sul portale Art Bonus, Vi preghiamo di inviarcene espressa liberatoria all’indirizzo segreteria@tls-belli.it unitamente al bonifico di riferimento.

È inoltre prevista la possibilità di essere menzionati nell’Elenco pubblico dei mecenati, pubblicato sul portale ministeriale Art Bonus (www.artbonus.gov) compilando un “form online” sul sito e rilasciando una specifica liberatoria.